Malik Shelp
Malik Shelp
Malik è specializzato in fotografia di eSport, videografia, editing video e design grafico. Ha anche scritto articoli su Overwatch e Dota per oltre 2 anni per DBLTAP e altri punti vendita di eSport. Puoi saperne di più su Malik nella nostra pagina Informazioni.

Valorant Player Sinatraa sospeso per sei mesi da sommossa dopo indagini

Jay "sinatraa" Won sale sul palco con la sua maglia delle Sentinelle dopo una vittoria
Condividi su twitter
Tweet
Condividi su Facebook
Facebook
Condividi su reddit
Reddit
Condividi via email
E-mail

Riot emette una sospensione di sei mesi per Jay "Sinatraa" Won a seguito di indagini sulle accuse di violenza sessuale presentate dall'ex fidanzata; Cleo Hernandez.


Sommossa ha rilasciato una dichiarazione oggi con il verdetto contro l'ex giocatore di Sentinels che dichiarava di aver violato la regola 8.1 di Valorant Global Competition Policy; "Mancata collaborazione completa con le indagini del Tournament Operator". La sospensione competitiva di sei mesi di Sinatraa gli impedisce di partecipare a qualsiasi partita di Valorant professionale. La dichiarazione di Riot non dà un verdetto definitivo sulla colpevolezza o meno di Sinatraa delle affermazioni sollevate da Hernandez. Piuttosto, la loro decisione era basata sulle azioni di Won.

Prima di approfondire il ragionamento alla base del verdetto di Riot, analizziamo tutto ciò che è accaduto finora.

Due mesi fa, Cleo "Cle0h" ha creato un file Dettagli TwitLonger alcune delle esperienze traumatiche che ha avuto mentre usciva con l'ex giocatore della Overwatch League e Valorant. Il dipartimento eSport di Valorant, Sentinels e Sinatraa sono stati rapidi nel pubblicare le proprie risposte. Ma Won ha affermato che avrebbe "...collaborato pienamente con le indagini e fornito i clip audio e video completi a cui Cleo ha fatto riferimento nel suo post".

Secondo il comunicato di Riot, non è stato così.

Gravi preoccupazioni per la condotta di Sinatraa

Riot ha rilasciato la seguente dichiarazione descrivendo in dettaglio la mancata collaborazione di Sinatraa con le indagini;

Sebbene l'indagine non sia giunta a una conclusione definitiva sulle accuse sottostanti, il team delle Operazioni competitive ha nutrito serie preoccupazioni per la condotta di Sinatraa durante il corso dell'indagine. È stato stabilito che in almeno due occasioni Sinatraa ha travisato alcuni fatti, ha rilasciato false dichiarazioni e non ha collaborato alle indagini nel modo previsto da un giocatore professionista di eSport VALORANT. Da notare, l'impegno pubblico di Sinatraa sui social media per fornire il clip audio e video completo a cui si fa riferimento nel post originale non è mai stato rispettato. La cooperazione in queste indagini è della massima importanza, soprattutto quando la natura delle accuse è grave quanto l'aggressione sessuale. Questo comportamento non sarà tollerato da VALORANT Esports. - Riot Games

Ha vinto se stesso ha risposto alla dichiarazione di Riot. Ma la mancanza di supporto che Riot ha ricevuto da Sinatraa nelle indagini è preoccupante. Da allora hanno annunciato che faranno un passo indietro e consentiranno alle forze dell'ordine e alle autorità competenti di continuare le indagini; con tutte le sue sfumature.

Oltre alla sospensione di sei mesi, Won è tenuto a completare l'addestramento alla condotta professionale prima di poter tornare sul palco.

▰ Altro Valorant News

▰ Ultime notizie di eSport

PUBBLICITA '