Anuj Gupta
Anuj Gupta
Anuj Gupta è una giornalista freelance che ama il concetto di eSport. Ha giocato a più titoli e ha una vasta esperienza in Dota 2 e CS: GO. Appassionato fan di Dota 2, Anuj ama analizzare le partite e allenare nuovi giocatori.

Valorant è l'unico problema che CS:GO affronta?

Un'immagine promozionale per CS: GO, con due agenti in tenuta antisommossa. La parola "Polizei" può essere vista sulle loro giacche. Il marchio Counter Strike Global Offensive appare nella parte inferiore
Condividi su twitter
Tweet
Condividi su Facebook
Facebook
Condividi su reddit
Reddit
Condividi via email
E-mail

Siamo nel mezzo del 2021 e negli ultimi due anni sono successe molte cose che hanno influenzato Counter-Strike, e Valorant è solo una parte del puzzle.


Counter-Strike è il miglior figlio di Valve. Il più competente e di successo tra gli altri come Dota 2 e Team Fortress 2. Anche ora che leggi questo articolo, CS: GO probabilmente si trova in cima alle classifiche di Steam seguito da Dota 2. Tuttavia, essere in cima alle classifiche di Steam non lo fa mostraci tutta la storia. CS:GO ha non uno ma molteplici problemi che stanno trascinando il gioco verso il basso da un po' di tempo. Valorant è solo uno dei problemi. Certo, Valve sta cercando di competere e migliorare il suo gioco, ma ci sono ancora alcune criticità dentro e intorno ad esso. Capiamo chiaramente cosa ha passato Counter-Strike negli ultimi tempi.

I problemi

Piattaforme di terze parti

Counter-Strike sta affrontando una dura concorrenza, ma è solo Riot's Valorant a dare una corsa ai suoi soldi al re indiscusso degli sparatutto in prima persona?

Valve affronta una strana situazione in cui compete con altre società che forniscono server di terze parti per giocare a CS: GO. Piattaforme come FaceIT ed ESEA hanno monopolizzato la base di giocatori di CS:GO. Questi server offrono ai giocatori un'esperienza molto migliore rispetto ai server ufficiali di Valve. Offre server da 128 tick rispetto al vecchio 64 tick di Valve, un rigoroso sistema anti-cheat per tenere a bada gli imbroglioni e nel complesso una migliore qualità di gioco.

Per rendere più chiaro come il matchmaking ufficiale abbia avuto un successo, ecco un esempio: FaceIT aveva circa 70k giocatori nel 2018, che al momento è salito a 15 milioni, secondo il loro sito ufficiale. Quando i giocatori affrontano imbroglioni e puffi sfacciati, si uniscono ai server di terze parti in cerca di un'esperienza piacevole.

Ovviamente per competere con i servizi di terze parti, Valve deve fornire ciò che aziende come FaceIT stanno fornendo e farlo meglio per attirare i giocatori. Forse il motore Source 2 di Valve potrebbe rinnovare il sistema, ma non ci sono informazioni ufficiali a riguardo. Poi di nuovo, sconfiggere gli imbroglioni nel gioco è un'altra storia.

ALTRO DA ESTNN
Guida alle pistole CSGO, cosa devi sapere

Entrata di Valorant

Agenti chiusi beta chiusi

Lanciato il 2 giugno 2021, Valorant ha creato uno stimolo nella comunità FPS. Il titolo di Riot conta circa 14 milioni di giocatori mensili medi rispetto al mezzo milione di CS:GO attualmente. Tuttavia, ciò non significa che CS: GO sia miglia indietro rispetto a Valorant. In effetti, la maggior parte dei titoli di Valve ha una base di giocatori più piccola ma fedele e Counter-strike è un gioco molto più raffinato. Quello che ha fatto Valorant è stato dare una forte concorrenza a Valve nella categoria FPS, una spinta che Valve non aveva mai sentito prima.

Molti giocatori professionisti di CS: GO sono passati a Valorant e così anche la base di giocatori. Tuttavia, quando i giocatori se ne sono andati, nuovi giocatori si sono uniti a CS: GO. Ciò che Valorant essenzialmente ha fatto è stato tenere Valve sulle spine. Una sana competizione fa bene alla comunità, fa lavorare gli sviluppatori per migliorare il loro prodotto.

Ovviamente Valve teme che il titolo di Riot mangi la sua parte della torta, ma gli sviluppatori e la maggior parte delle persone sanno che i giochi coesisteranno. In effetti, ciò che è più intrigante è il modo in cui Valve di fare le cose nei tempi pre o post Valorant.

L'approccio di Valve alla comunità

Comunicazione

Valve è scarsa con la loro comunicazione alla comunità. Sono diventati migliori negli ultimi anni, ma è ancora lontano dal modo in cui altre società di sviluppo di giochi interagiscono con la loro base di giocatori. Che si tratti di post di blog o annunci sui social media, Valve ha uno stile unico che non è necessariamente negativo ma nemmeno molto convincente.

Valve ne è consapevole, questo è uno dei motivi per cui esiste il loro recente video intitolato "Lascia che siano gli aggiornamenti a parlare".

Il video parla nello specifico di CS:GO ed evidenzia positivamente l'approccio di Valve alla community. Anche se possiamo essere d'accordo che Valve ha una struttura impressionante per parlare attraverso gli aggiornamenti, a volte non è abbastanza per la community.

Due tweet passati dall'account Twitter ufficiale CS:GO che spiegano gli aggiornamenti e le modifiche apportate dal team di sviluppo per migliorare le partite

La comunità è scontenta quando c'è un bug che rovina la loro esperienza. A volte ha bisogno di un piano di comunicazione rapido. Ovviamente questa è una dichiarazione basata sull'opinione, ma i post sul blog e la comunicazione aperta alla comunità hanno i loro vantaggi.

ALTRO DA ESTNN
CSGO Tuscan è finalmente arrivato!

Non è che Valve non stia facendo nulla per aiutare la situazione. Oltre ai bug, stanno affrontando più problemi inerenti al gioco. I loro recenti aggiornamenti non sono stati altro che interessanti.

Aggiornamenti importanti

Valve è stata incredibilmente attiva nel lanciare gli aggiornamenti quest'anno. Il numero di aggiornamenti non è superiore a quello implementato negli anni precedenti, ma la qualità degli aggiornamenti è eccezionale. L'aggiornamento più importante è la rimozione dello stato Prime gratuito nel gioco e l'introduzione di partite non classificate.

Valve ha reso CS:GO gratuito a dicembre 2018 e ha lanciato Danger Zone come modalità di gioco battle royale per il loro titolo. Tuttavia, il modello freemium del gioco aveva permesso a cheater e account smurf di prendere il controllo del matchmaking ufficiale del gioco e rovinare l'esperienza del giocatore. Valve è stata piuttosto in ritardo nel rendere Prime un servizio a pagamento, che ora è l'unico modo in cui i giocatori possono giocare partite classificate. Sebbene l'aggiornamento abbia avuto un impatto minimo o nullo, ha lentamente ridotto i cheater e i booster nel gioco.

Per entrare davvero nel solco, Valve deve trovare una soluzione saggia contro gli imbroglioni e possibilmente introdurre server da 128 tick. C'è un fantastico video su YouTube di Warren Fowler popolarmente noto come TheWarOwl, che descrive l'aggiornamento e come CS:GO deve diventare serio per rimanere nel gioco.

Ci vorrà del tempo prima che Valve trasformi i dubbiosi in credenti, ma Counter-Strike esiste da oltre 22 anni. Sta a loro decidere se è qui per restare.

Immagini delle caratteristiche: Valvola/Valorant

▰ Altro CS: GO Notizie

▰ Ultime notizie di eSport

PUBBLICITA