Ophelie Castelot
Ophelie Castelot
Ophelie è sia un amante degli esport che del giornalismo. È l'ex capo della sezione CS: GO di un importante sito Web esport. Ophelie ha analizzato Overwatch sin dalla sua uscita in 2016.

Il presidente di Blizzard lascia la società a seguito di una causa per molestie sessuali

L'ex presidente Blizzard J. Allen Brack indossa una maglietta Blizzard e alza le spalle con uno sguardo compiaciuto sul viso.
Condividi su twitter
Tweet
Condividi su Facebook
Facebook
Condividi su reddit
Reddit
Condividi via email
E-mail

J. Allen Brack, presidente di Blizzard, si dimette dal suo incarico poiché la società deve affrontare una causa per molestie sessuali e discriminazione di genere.


In queste ultime settimane, diversi dipendenti ed ex membri di Activision Blizzard hanno parlato delle molestie sessuali e della discriminazione di genere all'interno dell'azienda.

Secondo il Department of Fair Employment and Housing della California querela, Activision Blizzard ha permesso una cultura "frat bro" all'interno dell'azienda. I dipendenti maschi commentavano regolarmente le apparenze delle loro colleghe e le tentavano. La società consentirebbe anche il "cube crawl". Durante questi, i dipendenti bevevano "abbondanti quantità" di alcol e si comportavano in modo inappropriato nei confronti delle donne in ufficio.

Questa costante molestia sessuale ha anche portato al suicidio di una dipendente. Si è tolta la vita durante un viaggio di lavoro dopo essere stata sottoposta a intense molestie sessuali.

Una foto scattata dalla manifestazione Blizzard Walk Out del 2021, che mostra una schiera di lavoratori e attivisti raggruppati insieme ai cartelli presso la sede Blizzard.
I dipendenti di Activision Blizzard sono usciti per denunciare la cultura tossica dell'azienda.

J. Allen Brack, presidente di Blizzard, era una delle persone citate nella causa. Era presumibilmente a conoscenza di questo comportamento all'interno dell'azienda e non ha fatto nulla per fermarlo. Questo include il film di Alex Afrasiabi “Abito Cosby", una stanza intitolata al presunto stupratore Bill Crosby dove dipendenti e supervisori maschi molestavano sessualmente le donne.

"J. Allen Brack, presidente di Blizzard Entertainment, avrebbe avuto più conversazioni con Afrasiabi sul suo bere e sul fatto che fosse stato "troppo amichevole" con le dipendenti di sesso femminile durante gli eventi aziendali, ma ha dato ad Afrasiabi uno schiaffo sul polso (cioè consulenza verbale) in risposta a questi incidenti. Successivamente, Afrasiabi continua a fare avances indesiderate verso le dipendenti di sesso femminile. Compreso afferrare la mano di un'impiegata e invitarla nella sua stanza d'albergo e palpeggiare un'altra donna".

 

Brack lascia Blizzard

Due settimane dopo essere stato nominato nella causa, Brack se ne va Activision Blizzard per “inseguire nuove opportunità”. È entrato a far parte di Blizzard nel 2006, ricoprendo una serie di posizioni all'interno dell'azienda, incluso il direttore di produzione di World of Warcraft. Infine, è diventato presidente di Blizzard nel 2018 dopo le dimissioni di Mike Morhaime.

Mentre Brack lascia l'azienda, Jen Oneal e Mike Ybarra guideranno Blizzard in futuro. Oneal è il vicepresidente esecutivo dello sviluppo di Blizzard ed è stato l'ex capo di Vicarious Visions. Ybarra ha precedentemente lavorato in Xbox ed è stato Executive Vice President e General Manager di Platform and Technology presso Blizzard.

Successivamente, Oneal e Ybarra lo faranno entrambi guidano Blizzard poiché l'azienda deve subire grandi cambiamenti nella gestione e nella cultura generale.

▰ Altro Generale News

▰ Ultime notizie di eSport

PUBBLICITA '